Home » Blog » Libri » Annalena-Annalena Benini-Recensione 2023
Annalena-Annalena Benini-Recensione 2023

Annalena-Annalena Benini-Recensione 2023

Annalena-Annalena Benini-Recensione 2023-Annalena Benini è una giornalista e scrittrice, laureata in legge, scrive di cultura, persone, storie. Ha pubblicato La scrittura o la vita. Dieci incontri dentro la letteratura (2018). 

Per la Rai ha scritto e condotto i programmi televisivi 

  • Romanzo italiano 
  • Pietre d’inciampo. 

Per Einaudi ha curato l’antologia “I racconti delle donne (2019)” e pubblicato Annalena (2023).Nel 2023 è stata nominata direttrice del Salone Internazionale del Libro di Torino. 

Annalena-Annalena Benini-Recensione 2023
4/5

TITOLO: Annalena

AUTORE: Annalena Benini

GENERE: Narrativa

TRADUZIONE:

EDITORE: Einaudi

DATA DI PUBBLICAZIONE: 18 Aprile 2023

PAGINE: 152

RECENSIONE: Ferdinando Gallo

 

Ferdinando Gallo.it

Annalena-Annalena Benini-Recensione 2023

Introduzione

Due donne con lo stesso nome, due vite lontanissime. Annalena Tonelli aspira all’assoluto, Annalena Benini davanti all’assoluto vacilla. Come tutti noi. 

Ma con sguardo disincantato, estremamente contemporaneo, si confronta con quella figura magnetica e schiva che incarna la fragilità e la potenza di tutte le donne, e che di continuo le dice: e tu? Da una polmonite anche un po’ comica fino alla scelta piú estrema: in entrambi i casi si tratta di scosse. 

Annalena Tonelli è una ragazza degli anni Sessanta col futuro in mano: bella, il pensiero affilato e veloce, borse di studio a Boston e New York, poi la laurea in Giurisprudenza. Ma a diciannove anni ha già incontrato la sua vocazione, «perché non è possibile amare i poveri, senza desiderare di essere come loro». 

Cosí allena il suo corpo a vivere di pochissimo, elimina per sempre la vanità dalla sua vita,lei arde già di amore per gli ultimi della Terra. E questo sentimento la spinge lontano da Forlí, nei deserti piú aridi,illuminata dall’amore per Dio. . 

Annalena Tonelli ha esercitato, con la vita e con gli scritti, un pensiero altissimo e dirompente, con il quale Annalena Benini si confronta e si scontra. 

Questo libro è un viaggio , ricco di domande e confessioni, nel tentativo di guardare, dal basso, la scala che sale fino all’assoluto. Arrivando alla scoperta entusiasmante  che il pensiero piú libero e coraggioso del Novecento è un pensiero femminile.

Personaggi Principali

  • Annalena Tonelli  Missionaria
  • Annalena Benini  Cugina della Tonelli

Annalena-Annalena Benini-Recensione 2023

Trama

Annalena Benini ha passato una notte insonne, con la febbre a 41, è il quinto giorno che ha l’influenza, stà male, e il marito le dice di andare in ospedale, ma lei risponde di no. Ha anche una brutta tosse. Nel delirio  della febbre, vede inoltre le sue due nonne morte , che adorava, sedute in fondo al suo letto, parlavano tra di loro e scuotevano la testa.

A quel punto infatti, la donna chiede al marito di portarla in ospedale, di salvarla. Le riscontrano una polmonite, e in quei giorni di malattia , spera sempre di non morire, ha due figli e soprattutto vuole vederli crescere. Sul letto in ospedale rivede le sue nonne, Gianna Rosa e Bruna.

La polmonite inoltre non passa e i dottori le fanno la risonanza megnetica, resta per un mese e poi finalmente torna a casa. Sulla sua scrivania mette un bigliettino con scritto “E se morissi oggi? Se morissi senza avere amato di piú?”. 

E’ infatti uno scritto copiato dai volumi di lettere della cugina di terzo grado Annalena Tonelli che è stata in Africa per quasi 34 anni, fino alla sua uccisione nel 2003.

Il libro continua inoltre con il confronto tra Annalena Benini e Annalena Tonelli, una missionaria che aiutava gli ultimi, malati di Aids, di tubercolosi,in un’ospedale che aveva costruito in Somalia.

Annalena-Annalena Benini-Recensione 2023

Conclusione

Annalena Tonelli, capelli al vento, sfreccia in bicicletta all’alba per le strade di Forlí: corre dai bisognosi, dagli ultimi. Lo farà per tutta la vita, fonda una missione in Africa, a rinuncia a tutto, fino a venire uccisa perché donna, bianca, senza un uomo a fianco, e senza paura.
 
Annalena Benini la conosce da sempre questa storia, fa parte anche della sua famiglia. Ma adesso qualcosa è successo e quel nome identico al suo la insegue infatti come una domanda, come un pungolo.
 
Può arrivare inoltre a capire tutto di quella donna cosí estrema, libera, coraggiosa? C’è un mistero che resta. Bel libro , da leggere che consiglio.
Torna in alto