Home » Blog » Città » Mole Antonelliana, monumento a Torino e sede del Museo del Cinema
Mole-museo cinema-simbolo-Antonelli

Mole Antonelliana, monumento a Torino e sede del Museo del Cinema

Mole Antonelliana

Mole Antonelliana

La Mole Antonelliana è l’edificio più alto di Torino e uno dei più alti in Europa. Con i suoi 167 metri d’altezza. (Foto)

La Mole Antonelliana identifica la città di Torino, di cui è il simbolo. L’edificio ora è diventato la sede del Museo del cinema,

La storia della Mole Antonelliana di Torino, iniziò nel 1862, quando fu richiesta la costruzione di una sinagoga con annessa anche una scuola. L’architetto al quale fu richiesto il progetto della sinagoga fu Antonelli, da cui l’edificio prende il nome.

Egli iniziò ad elaborare un progetto molto più monumentale di quanto, in realtà, gli fosse stato richiesto. Furono impiegati ventisei anni per la sua costruzione finale.

Nel 2000 fu costruito un ascensore (ne erano stati costruiti altri due,il primo nel 1964 il 2° nel 1987) che permette di raggiungere la sommità della cupola, detta Tempietto Dalla sommità si può ammirare lo splendido paesaggio di Torino, sullo sfondo appaiono le Alpi.

Nel 1995. Infatti si pensò di collocare all’interno della Mole Antonelliana il Museo del Cinema, venne allestito e inaugurato nel 2000.

Il museo è diviso in vari livelli:

Il primo livello è costituito da una sperimentazione pratica di tutti gli oggetti che hanno contribuito alla nascita del cinema.

Nel secondo livello vi è un percorso che conduce all’interno del “dietro le quinte” del film muto “Calabria”.

Il terzo livello è dedicato all’allestimento dei componenti dell’industria cinematografica italiana.Infine, il quarto livello è composto da una galleria di manifesti che ripercorrono le tecniche di pubblicità cinematografica e il modo di presentare i film al pubblico dall’inizio del ‘900 ad oggi.

Negli spazi non occupati dal museo vengono saltuariamente allestite mostre temporanee aggiuntive.

Oltre al fatto che la Mole Antonelliana inizialmente era destinata ad essere una sinagoga, non tutti sanno che in cima alla punta si trova una stella di quasi quattro metri di diametro.

All’inizio, in quella posizione venne messa la statua di un genio alato che durante un temporale nel 1904 cadde. In conseguenza di ciò, l’angelo venne messo all’interno dell’edificio e sostituito in cima alla Mole dalla stella a cinque punte, visibile oggi.

La Mole Esoterica

Tra i monumenti a Torino la Mole Antonelliana è sicuramente quello più famoso. Simbolo della città esoterica, è l’opera più conosciuta dell’architetto Antonelli. La Mole è uno dei simboli di magia bianca del capoluogo piemontese.

Secondo gli esperti di esoterismo, la Mole sarebbe un’enorme antenna che diffonde l’energia positiva presa dal sottosuolo di tipo maschile (quella femminile è invece collegata alla Gran Madre) in grado di fare da equilibratore.

Una leggenda che riguarda questo monumento, vuole che custodisca il Sacro Graal, in quanto la statua della Fede davanti alla Gran Madre avrebbe lo sguardo rivolto proprio verso l’edificio.

Inoltre, la Mole rappresenta uno dei tanti simboli massonici italiani, infatti Alessandro Antonelli, l’architetto che ne iniziò la costruzione nel 1863, era un massone.

Torna in alto