Home » Blog » Libri » Il Castello dei Falchi Neri-Marcello Simoni-Recensione 2023
Il Castello dei Falchi Neri-Marcello Simoni-Recensione

Il Castello dei Falchi Neri-Marcello Simoni-Recensione 2023

Il Castello dei Falchi Neri-Marcello Simoni-Recensione.Marcello Simoni, è uno scrittore Italiano.Ex archeologo, laureato in Lettere, ha scritto numerosi romanzi storici.E’ stato vincitore  nel 2012 del Premio Bancarella.

Tra i suoi libri

Il Castello dei Falchi Neri-Marcello Simoni-Recensione
4.5/5

TITOLO: Il Castello dei Falchi Neri

AUTORE: Marcello Simoni

GENERE: Thriller Storico

TRADUZIONE:

EDITORE: Newton Compton Editori

DATA DI PUBBLICAZIONE: 28 Giugno 2022

PAGINE: 320

RECENSIONE: Ferdinando Gallo

 

Ferdinando Gallo.it

Il Castello dei Falchi Neri-Marcello Simoni-Recensione

Introduzione

Anno Domini 1233, mese di febbraio,Aldelmo Grifone agitò la fiaccola nella notte.
Qualcuno l’aveva chiamato per nome, ma non osava mostrarsi.  Era un’ombra al galoppo tra gli alberi, un cavaliere fantasma accompagnato dal suono argentino di sonagli, tintinnabula, alla stregua di un giullare venuto dall’inferno. Un giullare che forse, come ultima beffa, tramava d’infilzarlo con uno spiedo.

Cercando di non lasciarsi vincere da quelle suggestioni, Aldelmo sguainò la spada e indietreggiò verso la mole del castello che dominava dall’alto la vallata. Non sopportava l’idea che fossero giunti a provocarlo fin davanti alla sua dimora.

Vestito di nero, così da apparire un tutt’uno con la sua
cavalcatura, quell’individuo faceva vibrare a ogni falcata i sonagli di metallo cuciti ai lembi della cappa in cui era avvolto, producendo un suono giocoso e al tempo stesso grottesco.

Fu però quello che il cavaliere teneva sollevato con la mano
destra a far gelare il sangue di Aldelmo.Una testa!
Quel demone portava a mo’ di trofeo una testa!L’enorme testa di un caprone nero

Personaggi Principali

  • Oderico Grifone    Figlio Aldelmo
  • Aldelmo Grifone  Padre Oderico
  • Landolfo     Fratello Oderico
  • Aloisia         Sorella Oderico
  • Moamin             Servo di Aldelmo
  • Engilberta     Madre  Oderico

Il Castello dei Falchi Neri-Marcello Simoni-Recensione

Trama

Il libro inizia nel feudo dei Grifoni, nei dintorni di Napoli,la mattina del 15 Marzo, Oderico è di ritorno dopo aver seguito nella crociata Federico II, fino a Gerusalemme. Viaggia con Al-Qalam, un pellegrino cristiano vestito da Arabo. Il ragazzo l’ha salvato dai alcuni Beduini, che lo volevano uccidere, a Jaffa in Palestina.

Arriva nelle vicinanze del castello,ma stranamente non ci sono guardie all’ingresso, né vedette in cima alle mura, sembra tutto in abbandono.Entrando nel castello scorge una vecchia ingobbita che porta un secchio d’acqua, cosa non consona per il suo rango.

E’ la madre, invecchiata, sorpesa ma non felicissima,che lo credeva morto.Gli spiega che molte cose spiacevoli sono successe mentre lui era via.

Nel frattempo arrivano altre due persone a cavallo, il padre Aldelmo e il servo Moamin che hanno con loro due volatili incappucciati, sono falchi Astore di cui il casato è orgoglioso.Non c’è gioia nel rivedere il figlio che non è morto, anzi si rivela molto scostante e infastidito.

Durante il pranzo Oderico chiede spiegazioni al padre, che si rivela enigmatico e non vuole soddisfare la sua curiosità. Scopre anche che la sorella è stata data in sposa ad uno degli uomini più potenti di Napoli appartenente ad una famiglia di dubbia onestà, i Castagnola.

Continua così il romanzo, con il giovane che scopre che le sue terre fanno gola a molti, che la sua amata Fabrissa è promessa in sposa ad un’altro dei fratelli Castagnola.Inoltre sarà coinvolto in alcuni delitti a causa anche di un mistero che coinvolge il casato dei Grifone.

Il Castello dei Falchi Neri-Marcello Simoni-Recensione

Conclusione

L’autore con questo libro, coinvolge molto i lettori  di questo Thriller storico ambientato nel medioevo. Un romanzo molto bello per me che sono appassionato di libri storici. Simoni è un’ottimo autore, il racconto scorre bene, non annoia, e sempre secondo me, appassiona.Consigliato.

 

Libri Marcello Simoni Recensiti

Torna in alto