Home » Blog » Libri » Narrativa Straniera » Il segreto di Imhotep-Wilbur Smith-La Risoluzione di un Antichissimo e misterioso segreto

Il segreto di Imhotep-Wilbur Smith-La Risoluzione di un Antichissimo e misterioso segreto

Il segreto di Imhotep-Wilbur Smith-Recensione

Il segreto di Imhotep-Wilbur Smith

Ferdinando Gallo Blog-Chi sono

Recensione: Ferdinando Gallo

  • Titolo: Il Segreto di Imhotep
  • Autore: Wilbur Smith
  • Genere: Storico
  • Traduzione: Sara Caraffini
  • Editore: HarperCollins Italia
  • Data di Pubblicazione: 31 Ottobre  2023
  • Pagine: 480

 

Il Segreto di Imhotep-Wilbur Smith

Trama

L’avanzata degli Hyksos su Tebe era andata secondo i piani,ma poi gli Egizi hanno trovato degli alleati: gli Spartani dal mantello scarlatto e con enormi bestioni dalle zanne ricurve e sono stati sconfitti. Akkan l’Uccisore di Bambini non partecipa alla battaglia, con i suoi uomini ha ricevuto l’ordine di tenere in vita un prigioniero importante.

Khamudi re degli Hyksos, il mese prima lo ha convocato al suo cospetto, tempo prima è stato trovato uno sconosciuto interamente coperto di tatuaggi, con tanti strani simboli su braccia, gambe e petto, e spessi cerchi di inchiostro nero intorno a naso e occhi che gli rendevano il viso simile a un teschio.

E’ un messaggero che ha con sé un piccolo tubo di bronzo contenente un papiro arrotolato con altri simboli. Nessuno è riuscito a decifrarli. Il viaggiatore  è morto, ma prima ha pronunciato un’unica frase al suo torturatore: “Non sarai tu a risolvere l’Enigma delle Stelle”.

E’ un enigma  vecchio di secoli.

Sembra che chiunque riesca a risolverlo verrà ricompensato con ricchezze e potere inauditi,ma questo potere sarà concesso solo all’uomo saggio che riuscirà a decifrarlo. Il Re vuole che  Akkan lo risolva.

Tebe

Nelle mura di Tebe, camminano Piay la spia, abbandonato dai genitori da ragazzo, che ama Myssa di Kush, una donna alta con la pelle nera come la notte, che ha una gatta che porta il nome della dea-leonessa, Bastet.

Insieme a loro Hannu, un ex militare congedato dalle esclusive Guardie del Coccodrillo Azzurro. Vedono a terra il corpo di un uomo in tunica bianca, sicuramente un nobile, immerso in una pozza di sangue e notano alcune persone scomparire nella penombra.

Si recano alla reggia per sapere qualcosa e lì incontrano due uomini: Hurotas, re di Sparta e Taita, mago e comandante delle forze Egizie, mentore di Piay.

Il mago porta Piay in una stanza dove ci sono due prigionieri: Shamshi di Kadesh, un Hyksos che parla delll’Enigma delle Stelle e l’altro alto e snello, ha tatuata sul torace una miriade di cerchi, stelle e simboli, e al centro del petto è disegnato un toro.

Gli viene trovato addosso l’Occhio di Horus, il simbolo di guarigione e protezione, che potrebbe servire a rivelare l’enigma.

L’Occhio di Horus

Taita incarica allora Piay di risolvere il mistero nato con Imhotep, l’alto sacerdote di Ra, cancelliere del Faraone Zoser e il più geniale di tutti gli architetti,  vissuto un millennio prima.

Sembra che Imhotep, riuscisse  a vedere il futuro, e nella sua saggezza  ha nascosto una potente forza benefica, grazie alla quale ricostruire l’Egitto e riunificare i due regni, un potere che proteggerebbe il paese.

Ma può anche essere utilizzato con fini malvagi, se cade nelle mani sbagliate. Si dice anche  che Imhotep abbia trovato il modo di comunicare con gli dei.

Il romanzo continua, con Piay, Myssa e Hannu, che cercano di risolvere l’Enigma delle Stelle, mettendo la loro vita in pericolo, tra assassini, ladri, Dei e una misteriosa setta chiamata “Figli di Api”, tutti vogliono l’Occhio di Horus che è nelle mani di Piay per decifrare l’enigma.

Il Segreto di Imhotep-Wilbur Smith

I Personaggi

Tra i  personaggi principali del libro, troviamo:

  • Piay  Spia
  • Myssa di Kush Fidanzata Piay
  • Hannu Ex militare 
  • Taita Mago e Comandante Egizio
  • Gatas Capitano
  • Akkan lUccisore di Bambini
  • Harrar  Nobile Egiziano
  • Zahur governatore
  • Khin Fratello Akkan
  • Tallus  Mago

Il Segreto di Imhotep-Wilbur Smith

Recensione

Libro molto piacevole, lo scrittore ha una visione molto bella dell’Antico Egitto, culla della storia. Il racconto è fantasioso e molto affascinante, in un’atmosfera cupa,tra necropoli, piramidi, sette segrete, e un misterioso enigma che potrebbe permettere a chi lo risolve, un immenso potere e di comunicare anche con gli Dei. Si parla della riunione dell’Alto e del Basso Egitto. L’ho letto con molto piacere, e mi ripropongo di leggere anche gli altri che parlano del “Ciclo Egizio”.

Wilbur Smith
Wilbur Smith

L’Autore: Wilbur Smith è stato uno scrittore sudafricano. Nato nella Rhodesia del Nord (attuale Zambia), è cresciuto e ha studiato in Sudafrica.
Si è dedicato a tempo pieno alla narrativa dal 1964 e da allora ha pubblicato numerosi romanzi, basati su attente ricerche e appassionanti esplorazioni condotte in ogni angolo del mondo.
Si è spento il 13 novembre 2021, all’età di 88 anni.
Le sue opere possono essere suddivise in diversi filoni narrativi: il ciclo dei Ballantyne, quello dei Courtney, i romanzi egizi e gli altri romanzi.

Tra i suoi libri:

Torna in alto