Home » Blog » Libri » Quel Treno per Inverness – Giovanni Arena-Recensione 2022
Quel Treno per Inverness - Giovanni Arena-Recensione

Quel Treno per Inverness – Giovanni Arena-Recensione 2022

Quel Treno per Inverness – Giovanni Arena-Recensione.Giovanni Arena è nato a Vibo Valentia, ma è cresciuto in un piccolo paese vicino a Tropea. Ha frequentato il liceo scientifico, per poi trasferirsi a Milano, dove si è specializzato in Psicologia del Marketing all’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Ha trasformato in lavoro la sua più grande passione: viaggiare. Infatti grazie ai video che pubblica nei suoi canali social, è diventato uno dei travel creator più amati e seguiti d’Italia .
Nel 2021, per Mondadori, pubblica il libro Benvenuti in economy class. Le mie avventure da 9,99 per viaggiare in giro per il mondo.

Quel Treno per Inverness - Giovanni Arena-Recensione
3/5

TITOLO: Quel Treno per Inverness

AUTORE: Giovanni Arena

GENERE: Narrativa

TRADUZIONE:

EDITORE: Mondadori

DATA DI PUBBLICAZIONE: 28 Giugno 2022

PAGINE: 216

RECENSIONE: Ferdinando Gallo

 

Ferdinando Gallo.it

Quel Treno per Inverness – Giovanni Arena-Recensione

Introduzione

Quel treno per Inverness racconta con delicatezza e candore una storia di formazione, di amicizia e d’amore. Un racconto su un viaggio che attraversa tutta l’Europa: da Bologna a Rovaniemi, in Finlandia, passando per i paesaggi incantati della Svizzera, quelli austeri della Germania e le città fatate della Scandinavia.

Un romanzo su un viaggio inaspettato, spontaneo come tutte le cose più importanti della vita. Un libro capace di toccare l’animo di chi si sente abbandonato, escluso e deluso, di chi ha bisogno di protezione e di libertà, e di un sogno da inseguire in capo al mondo.

Personaggi Principali

  • Giovanni     Protagonista
  • Stefano      Amico di Giovanni
  • Enea        Compagno  di viaggio di  Giovanni
  • Diletta       Amica di Giovanni
  • Gloria         Amica di Giovanni

Trama

Il libro inizia il 18 Agosto a Tropea in Calabria. Giovanni il protagonista che si racconta nel libro in prima persona,sta dormendo e la mamma lo sveglia. Lei è inoltre una persona dolce, presente, apprensiva, sà che suo figlio non è “diverso” ma “Unico”.

Arrivano due sue amiche  Diletta e Gloria a cui Giovanni vorrebbe fare vedere anche le meraviglie della sua Calabria, ed una sera mentre erano tutti insieme a cena, ha una discussione con il padre a causa di un servizio sul Pride in TV.

Torna a Bologna ed incontra Stefano un ragazzo che ha conosciuto prima di andare in Calabria ed inizia a frequentarlo. Giovanni soprattutto combatte da anni con l’acne, ma combatte anche la paura dell’innamoramento.

Organizzano un viaggio per l’Europa attraversando cinque nazioni e sei città, fino al Circolo Polare Artico, Giovanni, Stefano ed Enea un nuovo amico.

Inizia così la loro avventura ma che porterà il protagonista anche a confrontarsi con se stesso, con le sue paranoie, con i suoi dubbi e soprattutto ad intraprendere poi un viaggio solitario ad Inverness, alla ricerca di se stesso.

Quel Treno per Inverness – Giovanni Arena-Recensione

Conclusione

Libro che ho anche letto per curiosità, ma che non mi è piaciuto,forse perchè in realtà non è il mio genere. E’ un libro che in particolare parla di solitudine, di un amore “diverso” non corrisposto e anche di aspettative che non si sono concretizzate.Solo l’aiuto di una psicologa, fa capire inoltre a Giovanni i suoi problemi e soprattutto come affrontarli.

Torna in alto