Home » Blog » Libri » Colpo di ritorno-Giancarlo De Cataldo-Recensione 2023
Colpo di ritorno-Giancarlo De Cataldo-Recensione

Colpo di ritorno-Giancarlo De Cataldo-Recensione 2023

Colpo di ritorno-Giancarlo De Cataldo-Recensione-Giancarlo De Cataldo è magistrato, drammaturgo, sceneggiatore. Ha scritto molti romanzi (il più noto è Romanzo criminale,  da cui è stato tratto un celebre film). Collabora con«la Repubblica», «Il Messaggero», «L’Unità» e «Corriere della Sera Magazine».

Tra i suoi libri

Colpo di ritorno-Giancarlo De Cataldo-Recensione
4/5

TITOLO: Colpo di ritorno-

AUTORE: Giancarlo De Cataldo

GENERE: Poliziesco

TRADUZIONE:

EDITORE: Einaudi

DATA DI PUBBLICAZIONE: 4 Luglio 2023

PAGINE: 248

RECENSIONE: Ferdinando Gallo

 

Ferdinando Gallo.it

Colpo di ritorno-Giancarlo De Cataldo-Recensione

Introduzione

Il Mago Narouz, al secolo Capomagli Giuseppe, viene trovato morto nella sua casa di Trastevere. L’uomo vende filtri d’amore, numeri vincenti e consigli a una selezionatissima, fedele clientela di gente dello spettacolo e politici. 

Incaricato delle indagini, Manrico Spinori ha come l’impressione di girare a vuoto, e talvolta perfino di essere manipolato. Poi, proprio quando la situazione pare sul punto di sfuggirgli di mano, un suggerimento inaspettato gli permette di tirare i fili dell’ingarbugliata matassa. 

A rimanere un groviglio, in compenso, sono le vite private di Manrico e dei membri della sua squadra, interamente composta da donne. Soprattutto quella dell’ispettora Deborah Cianchetti, elemento dal pessimo carattere eppure utilissimo se invece del fascino e del savoir-faire occorrono metodi più spicci.

Personaggi Principali

  • Manrico Spinori  Magistrato
  • Deborah Cianchetti  Ispettore
  • Gavina Orru  Poliziotta
  • Sandra Vitale  Poliziotta
  • Gaspare Melchiorre  Procuratore Capo
  • Mago Narouz  Morto
  • Camillo Maggiordomo Spinori
  • Bianca Maria Olivieri  Politico
  • Cornelia Villalta Farmacista

Colpo di ritorno-Giancarlo De Cataldo-Recensione

Trama

Manrico Spinori  Magistrato viene svegliato dalla telefonata del Procuratore Capo Gaspare Melchiorre, lo vuole vedere urgentemente. Lui, Manrico Leopoldo Costante Severo Fruttuoso Spinori della Rocca dei conti di Albis e Santa Gioconda,è un Pubblico Ministero di Roma.

Divorziato,  ha una relazione con Maria Giulia. Batticuore, e viene chiamato “Contino” dal suo maggiordomo Camillo, che è con lui da tantissimi anni, e gli ha fatto quasi da secondo padre. 

Melchiorre affida a Manrico, l’inchiesta sulla morte di un sedicente “Mago Narouz” mago dei Vip, perchè una delle persone che lo frequentavano è Bianca Maria Olivieri, una Senatrice della Repubblica, amica del procuratore.

Deve indagare con discrezione, evitando le inchieste giornalistiche, o uno scandalo, sulla Roma esoterica, che possano nuocere alla senatrice. Con Manrico, collaborano Deborah Cianchetti ispettore, Gavina Orru, Sandra Vitale che formano una squadra affiatata.

Il PM indagando, scoprirà le debolezze umane, che vengono alla luce su temi attuali. L’omicidio si scoprirà alla fine, non è legato a quello che si credeva, sulla Roma esoterica, ma ad uno squallido e perverso mondo sotterraneo.

 

Colpo di ritorno-Giancarlo De Cataldo-Recensione

Conclusione

L’omicidio di un personaggio imbarazzante semina il panico nella Roma che conta. Il caso va risolto senza fare sconti ma con tatto, per evitare strumentalizzazioni.

Quella vecchia volpe del procuratore non ha dubbi: nessuno meglio del Pm Manrico Spinori, aristocratico capitolino con la passione della lirica, può riuscirci.

Il PM Manrico Spinori, scoprirà il colpevole, ma anche un perverso e squallido mondo sotterraneo che ruota intorno alla figura del  mago dei Vip e alla Roma esoterica , con temi molto attuali.

Consiglio di leggerlo, perchè comunque è bello anche se il libro non è all’altezza dei precedenti.

 

Torna in alto