Home » Blog » Libri » “Le due morti del signor Mihara”-Tommaso Scotti-Recensione 2022
"Le due morti del signor Mihara"-Tommaso Scotti-Recensione 2022

“Le due morti del signor Mihara”-Tommaso Scotti-Recensione 2022

“Le due morti del signor Mihara”-Tommaso Scotti-Recensione 2022-Tommaso Scotti vive e lavora in Giappone da molti anni, ha scritto L’Ombrello dell’Imperatore il suo primo romanzo nel 2021.

"Le due morti del signor Mihara"-Tommaso Scotti-Recensione 2022
4.7/5

TITOLO:Le due morti del signor Mihara

AUTORE: Tommaso Scotti

GENERE: Narrativa

TRADUZIONE:

EDITORE: Longanesi

DATA DI PUBBLICAZIONE: 14 Aprile 2022

PAGINE: 350

RECENSIONE: Ferdinando Gallo

 

Ferdinando Gallo.it

“Le due morti del signor Mihara”-Tommaso Scotti-Recensione 2022

Introduzione

Takaji Mihara, un uomo d’affari ormai in pensione, viene ucciso nella sua casa, trafitto da un colpo di spada. L’ispettore nippoamericano Takeshi Nishida viene incaricato di condurre l’indagine. 

Viene catturato il presunto colpevole, una persona con problemi psichiatrici, che ripete di aver trovato la vittima già morta. l’Ispettore non è convinto, pensa che ci sia un mistero in questo caso.

Incomincia ad indagare insieme alla sua squadra ed alla fine  riuscirà a districare il bandolo della matassa. Sarà la sua coscienza a decidere alla fine.

Una storia che si sviluppa nella zona fumosa degli “evaporati” che sono migliaia di persone,uomini e
donne che per svariati motivi decidono di scomparire di proposito e ricominciare da un’altra parte, con un altro nome, con un’altra vita.

Personaggi Principali

  • Takeshi Nishida      Ispettore
  • Takaji Mihara          Morto
  • Omizu                      Sospetto  omicida
  • Mia                            Figlia di Nishida
  • Jōtarō Kabuto        Collega Nishida
  • Mayumi Umeda    Sergente

Trama

L’ispettore nippoamericano Takeshi Nishida  è un’uomo separato, con una figlia piccola, che la moglie non vuole permettergli di vedere. Vorrebbe riprendere il rapporto con la figlia, interrotto dalla separazione.

Viene incaricato di condurre l’indagine sulla morte di un uomo d’affari Giapponese,Takaji Mihara.

L’uomo è stato ucciso con un colpo di spada, nella sua casa, L’Ispettore si reca sulla scena del crimine, ed alcuni indizi lo lasciano perplesso

Viene arrestato un’uomo di nome Omizu, che si dichiara sempre innocente sull’omicidio, perchè anche se è vero che  aveva un appuntamento con Mihara per la restituzione di soldi, e alcuni giorni prima lo abbia minacciato, l’uomo era già morto quando lui è entrato in casa.

L’Ispettore inizia ad indagare, coadiuvato dalla sua squadra, dal suo collega  Jōtarō Kabuto  e dal sergente Mayumi Umeda.

 Una vicenda intrecciata che affonda le radici nel passato dell’uomo e nelle persone che lo circondano, che si intreccia con gli “evaporati”. E’ un riscatto d’amore e sarà la coscienza dell’uomo Ispettore e non del poliziotto a decidere alla fine.

“Le due morti del signor Mihara”-Tommaso Scotti-Recensione 2022

Conclusione

Un bel libro da leggere ed in questo romanzo l’Autore ci porta a conoscere un Giappone  con usanze a noi occidentali sconosciute, come lo  jōhatsu (evaporazione), che è quel fenomeno dove migliaia di persone uomini e donne, per svariati motivi decidono di scomparire di proposito e ricominciare da un’altra parte, con un altro nome, con un’altra vita.

Un Giappone  dove tutte le persone devono essere rispettate come individui e che il loro diritto alla vita, alla libertà e alla ricerca della felicità, viene tenuto in grande considerazione.

C’è un grande gesto d’amore alla base del libro che ho quasi divorato, talmente mi ha appassionato ed entusiasmato. Lo consiglio sicuramente. Da portare sotto l’ombrellone.

 

Visita il sito LaFeltrinelli.it cliccando sul banner in alto. E’ un Link di affiliazione. Se tu acquisti qualunque prodotto dopo aver fatto click sul Link io potrei guadagnare una commissione. Grazie

Torna in alto