Home » Blog » Libri » Narrativa Italiana » I Diavoli di Tokyo Ovest-Tommaso Scotti-Recensione 2023
I Diavoli di Tokyo Ovest-Tommaso Scotti-Recensione

I Diavoli di Tokyo Ovest-Tommaso Scotti-Recensione 2023

I Diavoli di Tokyo Ovest-Tommaso Scotti-Recensione-Tommaso Scotti vive e lavora in Giappone da molti anni, ha scritto L’Ombrello dell’Imperatore il suo primo romanzo nel 2021 e Le due morti del signor Mihara nel 2022.

I Diavoli di Tokyo Ovest-Tommaso Scotti-Recensione
4.5/5

TITOLO: I Diavoli di Tokyo Ovest

AUTORE: Tommaso Scotti

GENERE: Poliziesco

TRADUZIONE:

EDITORE: Longanesi

DATA DI PUBBLICAZIONE: 22 Agosto 2023

PAGINE: 320

RECENSIONE: Ferdinando Gallo

 

Ferdinando Gallo.it

I Diavoli di Tokyo Ovest-Tommaso Scotti-Recensione

Introduzione

Al dipartimento di polizia di Tokyo c’è tensione. Tutta colpa del ritrovamento del cadavere di un uomo che ha in tasca il biglietto da visita di un noto ispettore: Takeshi Nishida, il detective hāfu, il mezzosangue nippoamericano della squadra Omicidi. 

Nishida, suo malgrado chiamato direttamente in causa, nel vedere il volto della vittima riconosce un suo compagno di classe. Ma che cosa ci faceva adesso, a distanza di anni, con il suo contatto? Che cosa voleva dirgli? 

L’ispettore dovrà fare l’impossibile per scoprirlo, e la ricerca della verità lo porterà  a inoltrarsi lungo le strade di Tokyo, fino ai quartieri in cui scorrazzano ibōsōzoku, le «tribù della corsa violenta», gang di motociclisti che provocano disordini, e forse qualcosa di molto più inquietante.

Personaggi Principali

  • Takeshi Nishida      Ispettore
  • Mia        Figlia di Nishida
  • Jōtarō Kabuto     Collega Nishida
  • Ken Mimura        Collega Nishida
  • Jin Kazama        Amico Ispettore
  • Honda                 Ispettore
  • Tomohiko Akiyama   Poliziotto
  • Mayumi Umeda    Sergente

I Diavoli di Tokyo Ovest-Tommaso Scotti-Recensione

Trama

Takeshi Nishida, detective della squadra omicidi, è a casa in cucina, deve arrivare un ospite particolare, sua figlia, la piccola Mia.

La vede poche volte, soprattutto  per colpa della ex moglie Sachiko, e vuole festeggiare con lei  il suo decimo compleanno.

Passano una bella serata insieme,  e Takeshi le regala un ciondolo d’oro a forma di foglia d’acero che apparteneva a sua madre Claire.
Dopo,  Mia  va a giocare con Kuromame, il gatto di casa.
 
Il mattino dopo viene svegliato da una telefonata del collega Mimura, perchè è stato rinvenuto un cadavere, e si recai sul posto. Nishida scopre inoltre che si tratta di Jin Kazama, un suo vecchio amico, motociclista, appartenente  ai “Diavoli di Tokyo Ovest”.
 
Sembra infatti che si sia suicidato, ma Takeshi  non crede a questa versione frettolosa dell’ispettore Honda , a cui è stato affidato il caso. Il padre di Jin , un famoso magnate farmaceutico, lo  prega allora di scoprire il colpevole.
 
Il detective ricerca la verità, sulla morte del suo amico,insieme alla sua squadra e  soprattutto all’aiuto del sergente Mayumi Umeda.
 
La ricerca lo porterà  infatti lungo le strade di Tokyo, fino ai quartieri in cui scorrazzano gli ibōsōzoku, le «tribù della corsa violenta», gang di motociclisti.
 
Scoprirà inoltre di Jin, alcune cose che non avrebbe mai immaginato, e sarà una lettera che gli farà scoprire la verità, con un finale amaro, ma allo stesso tempo con un futuro di speranza.
 

I Diavoli di Tokyo Ovest-Tommaso Scotti-Recensione

Conclusione

Un giallo e anche un thriller avvincente, mostra la cultura del Giappone, con residui di un passato, gli ibōsōzoku, che sta lentamente scomparendo. 

Un bel libro, che ha come protagonista il detective Takeshi Nishida, alla ricerca sempre della verità, con i suoi problemi, (soprattutto non potere vedere sempre la figlia) e i suoi complessi, (essere anche nippoamericano con gli occhi azzurri).

Libri Tommaso Scotti Recensiti

Torna in alto