Home » Blog » Regioni & Monumenti » 10 Posti da visitare in Piemonte nel 2022
Piemonte -Cartina

10 Posti da visitare in Piemonte nel 2022

10 Posti da visitare in Piemonte nel 2022

Il Piemonte è una regione piena di , castelli,  santuari,chiese,piazze. Il Piemonte è la patria di Vini pregiati, che vengono esportati in tutto il mondo.

Iniziamo adesso un Tour, partendo dal Cuneese

Cuneo

Deve il nome alla sua particolare conformazione, la città nasce alla confluenza dei fiumi Stura e Gesso ai piedi delle Alpi Marittime. Ci sono  alcune delle vallate montane più belle di tutta la regione.

Vi sono importanti monumenti e chiese, ne elenco qualcuna:

Cattedrale di Santa Maria del Bosco

Complesso monumentale di San Francesco

Chiesa del Sacro Cuore di Gesù

Sinagoga di Cuneo

Il dolce principale è il Cuneese al rumgrosso cioccolatino formato da 2 cialde di meringa che racchiudono una crema pasticcera al cioccolato fondente e rhum, il tutto rivestito da uno strato di cioccolato fondente.

Il santuario di Vicoforte a Mondovì

In provincia di Cuneo, possiamo trovare:

Il complesso del Santuario di Vicoforte a Mondovì ha decorazioni Barocche è una tra le più importanti chiese del Piemonte, viene detto anche Santuario della Natività di Maria Santissima.

 Complesso che si trova vicino Cuneo e che ha origini nel Medioevo, nasce come “Capitello votivo che raffigura la Madonna con il Bambino” (viene detto anche Pilone Votivo  e veniva costruito a seguito di un voto, per avere delle grazie, per uno scampato pericolo).

Il Santuario venne inizialmente fatto costruire da Carlo Emanuele I di Savoia  affinchè diventasse un sepolcro monumentale della famiglia dei Savoia, ma poi invece, fu la Basilica di Superga a diventare il mausoleo dove custodire le tombe dei Reali.

Ha una cupola ellittica  che è una delle più grandi al mondo ed è coperta da affreschi. Dal dicembre 2017 il santuario ospita la salma dell’ultimo re d’Italia Vittorio Emanuele III e della moglie, la regina Elena.

Tipiche di Mondovì sono le risole (dolcetti di pastasfoglia) farcite con marmellata di albicocche, un tempo cucinate a Carnevale, ora reperibili tutto l’anno.

Altro prodotto tipico è un liquore a base di erbe,  chiamato “Rakikò.

Fossano          castello degli Acaja

Fossano è un’altra città del Cuneese che merita di essere vista. Con il castello, la cui costruzione venne iniziata da Filippo d’Acaja, le sue mura fortificate e il fossato che lo circonda, apparteneva nel Medioevo alla famiglia degli Acaja, sostenitrice dei Savoia e nemici dei Marchesi di Saluzzo.

In precedenza, sullo stesso posto, esisteva la “bicocca”. Le parti importanti del castello furono terminate nel 1332.

Con l’estinzione della famiglia Acaja, il castello di Fossano passò ai Savoia e fu trasformato dal duca Amedeo d’Aosta in elegante residenza, destinata ad accogliere la grande corte e il governo ducale.

Adesso è sede della Biblioteca Civica e dell’Archivio Storico.

Abbazia di Staffarda

Sempre nel Saluzzese, l’Abbazia di Staffarda è considerata una delle architetture più importanti del Medioevo piemontese. La chiesa, riccamente decorata con la sua preziosa  pala d’altare costituita da singoli pannelli separati, è un’opera straordinaria, oltre che il cuore dell’antico monastero.

La Certosa di Pesio

Conventi e monasteri di antichissima origine si trovano in tutto il territorio di Cuneo, e la Certosa di Pesio, nell’omonima valle, è un vero gioiello della fede incastonato tra i monti. Il complesso è meta ogni anno di pellegrini e turisti, affascinati dalla bellezza del chiostro e della chiesa.

Saluzzo e i castelli dell’antico Marchesato

Vicino Cuneo si trova anche una delle zone più belle di tutto il Piemonte, quella dell’antico Marchesato di Saluzzo, dove ogni paese ha la sua torre o il suo castello. Il più bello è quello della Manta, con la sua celebre sala affrescata che ritrae, eroi ed eroine considerate esempio di virtù e rettitudine. C’è anche  da visitare La Castiglia residenza fortificata della famiglia dei Marchesi di Saluzzo.  uno dei 10 posti da visitare in Piemonte nel 2022

Pollenzo e l’Università del Gusto

La passione per l’enogastronomia, nel comprensorio di Bra, è quasi una religione, tanto che a Pollenzo, piccolo centro, è nata una vera e propria Università delle Scienze Gastronomiche, voluta da Carlo Petrini, fondatore di Slow Food. Le lezioni si svolgono all’interno dell’ottocentesco castello sabaudo.

Cherasco

Ogni anno Cherasco ricorda con la sua sfilata  il passaggio del famoso generale Napoleone.Se si stanno visitando le colline del Piemonte conviene fare una visita a questo piccolo paese. Sono tantissime le cose da vedere: il pittoresco centro storico,i mercatini di antiquariato,che si svolgono tra le sue vie e piazze. Nel 1796 l’Armistizio firmato a Cherasco mise fine alle ostilità tra la Repubblica Francese e il Regno Sardo, con la cessione ai Francesi di Nizza e della Savoia.

Bra

Il centro più importante del Roero è Bra, che con la sua posizione  tra le colline del gusto è diventato uno dei centri più importanti dell’enogastronomia piemontese, scelta da Slow Food e da “Cheese”, una delle più grandi manifestazioni internazionali dedicate al formaggio. Ogni due anni “Cheese” richiama nella cittadina cuneese migliaia di visitatori da tutta Italia. Bra, con le sue chiese e i sui palazzi, è inoltre una delle più pregevoli testimonianze del Barocco piemontese.

Alba

Alba, nelle Langhe è una piccola cittadina, famosa in tutto il mondo per la sua cucina tipica, i grandi vini rossi, ma soprattutto perché a ogni autunno organizza la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, la più grande rassegna mondiale dedicata all’ ingrediente unico e speciale di tutto il mondo.La Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, si celebra tra ottobre e novembre

Anche questo è uno dei  10 Posti da visitare in Piemonte nel 2022.

Questo è il primo degli articoli, del Tour tra le provincie del Piemonte.

 

Visita il sito LaFeltrinelli.it cliccando sul banner in alto. E’ un Link di affiliazione. Se tu acquisti qualunque prodotto dopo aver fatto click sul Link io potrei guadagnare una commissione. Grazie

Visita il sito Amazon.it cliccando sul banner in basso. E’ un Link di affiliazione. Se tu acquisti qualunque prodotto dopo aver fatto click sul Link io potrei guadagnare una commissione. Grazie

Torna in alto