Home » Blog » Libri » “Il serpente Maiuscolo”- Pierre Lemaitre – Recensione 2022
Il serpente maiuscolo-Pierre Lemaitre -Genere Noir

“Il serpente Maiuscolo”- Pierre Lemaitre – Recensione 2022

Il serpente Maiuscolo- Pierre Lemaitre

Il serpente maiuscolo-Pierre Lemaitre -Genere Noir
3/5

TITOLO: Il serpente maiuscolo

AUTORE: Lemaitre Pierre 

GENERE: giallo / noir

TRADUZIONE: E. Cappellini

EDITORE: Mondadori

DATA DI PUBBLICAZIONE: 11 Gennaio 2022

 

 

 

RECENSIONE: Ferdinando Gallo

 

Ferdinando Gallo.it

Introduzione-Il serpente Maiuscolo- Pierre Lemaitre – 2022

Pierre Lemaitre è uno scrittore Francese, nato a Parigi nel 1951.Ha iniziato come Insegnante di Letteratura e poi è venuta fuori la passione della scrittura.

E’ inventore del personaggio del commissario Camille Verhoeven.

Il Serpente Maiuscolo, è un Romanzo Noir, è un libro nuovo pubblicato nel 2021, ma che lo scrittore ha tenuto chiuso in un cassetto dal 1985.

Anche se è stato scritto per primo, è intenzionato a farlo diventare  l’ultimo libro di questo genere che scriverà.

Libro

Il romanzo parla di Mathilde Perrin, è vedova, ha 63 anni, abita insieme ad un cane dalmata,veste in modo elegante, ha qualche kilo in più ed abita a Melun vicino Parigi.

Ha un segreto. E’ un Killer, al servizio di una organizzazione criminale.

È stata addestrata , sin dai tempi della resistenza, ad uccidere a sangue freddo.Riceve ordini dal “comandante” che è stato il suo superiore nella resistenza.

Ultimamente però non è più precisa, qualcosa non va,è diventata crudele, non ricorda che ogni volta che uccide deve disfarsi della pistola. Dimentica le cose, la memoria non l’aiuta più.

La sua storia si intreccia con un’ispettore di polizia di nome Renè Vassiliev, di padre russo. Indaga sugli omicidi compiuti dalla Perrin,lui deve scoprire al più presto il misterioso assassino.

.

Il serpente Maiuscolo- Pierre Lemaitre

Trama

 

Mathilda ha l’incarico dal suo “Comandante” di uccidere Maurice Quentin, grande
imprenditore francese con affari nei Lavori pubblici,
cementifici, petrolio.

Esegue il suo compito, quando l’imprenditore è a passeggio con il suo cane. Uccide con crudeltà, spara a Quentin nelle parti basse e poi in gola, e uccide anche il cane che era con Lui.

Quella sera in commissariato,è il turno dell’ispettore Renè Vassiliev, sta per andare a trovare Monsieur de la Hosseray, una persona ricca , che gli ha pagato gli studi,amico di suo padre, morto quando lui era piccolo.E’ una persona malata, che viene aiutato da un’infermiera.

Renè ha un capo, da cui viene vessato ,il Commissario Occhipinti, persona inadeguata al ruolo e grande mangiatore di Anacardi.

Renè è costretto ad occuparsi del caso.

Henri Latournelle “il Comandante” è arrabbiato, chiama Mathilda per dirle che ha sbagliato a commettere l’omicidio in quel modo. Ha capito che Lei stà commettendo errori.

Visto che il personaggio morto era una persona importante, poco tempo dopo il caso viene tolto a Renè e viene seguito da altri, che lo archiviano come insoluto.

Dopo mesi dall’ultimo assassinio, Latournelle, affida nuovamente a Mathilda un incarico, anche se non è convinto.

Mathilde Perrin

La mente della Perrier ha dei vuoti anche questa volta e  commette un nuovo errore.

Uccide  Costance Manier  (una ragazza che doveva farle le pulizie in casa) e lo fa,perchè trova questo biglietto con questo nome,e pensa che il “comandante” lo abbia lasciato in casa sua  come un nuovo  incarico.

Non ricorda che è suo, che lo ha avuto dall’agenzia a cui aveva richiesto una donna delle pulizie.

A quel punto il comandante capisce che Mathilde commette troppi errori, la polizia è sulle sue tracce, va eliminata, per non nuocere all’Organizzazione.

Il libro continua ancora su un percorso particolare, la mente di Mathilde continua ad avere dei vuoti, con un epilogo quasi scontato, ma sorprendente.

Personaggi Principali-

Il serpente Maiuscolo

  • Mathilde Perrin – Killer insospettabile
  • Renè Vassiliev – Ispettore Francese
  • Commissario Occhipinti– Capo di Renè
  • Monsieur de la Hosseray – Amico di Renè
  • Monsieur Lepoitevin– Vicino di Mathilde
  • Henri Latournelle “il Comandante” -Capo di Mathilde
  • Constance Manier – Vittima innocente

 

Il serpente Maiuscolo- Pierre Lemaitre

Conclusione

Questo romanzo è leggibile, ma  non mi ha entusiasmato tantissimo,  soprattutto si nota che è il primo libro dell’Autore.

Secondo il mio punto di vista è troppo esagerato, una 60enne, che non sbaglia mai un colpo,che uccide a caso,che sfugge alla polizia e a due killer professionisti, è irreale anche se è un romanzo. Romanzo molto leggero.

Torna in alto