Home » Blog » Libri » Il Luogo dell’Anima-Hanni Munzer-Recensione 2022
Il Luogo dell'Anima-Hanni Munzer-Recensione 2022

Il Luogo dell’Anima-Hanni Munzer-Recensione 2022

Il Luogo dell’Anima-Hanni Munzer-Recensione 2022-Hanni Münzer è nata in Baviera e ha vissuto a Roma,
Seattle e Stoccarda. Nel corso della sua vita, ha svolto
diversi lavori, ma la sua vera passione è sempre stata la
narrativa, cui ora si dedica a tempo pieno, grazie
all’enorme successo che i suoi romanzi hanno riscosso sia
in patria sia all’estero. “Il luogo dell’anima” è il suo primo
romanzo pubblicato da Nord.

Il Luogo dell'Anima-Hanni Munzer-Recensione 2022
4.5/5

TITOLO: Il Luogo dell’Anima

AUTORE: Hanni Munzer

GENERE: Narrativa

TRADUZIONE: Federica Garlaschelli

EDITORE: Nord

DATA DI PUBBLICAZIONE: 19 Maggio 2022

PAGINE: 516

RECENSIONE: Ferdinando Gallo

 

Ferdinando Gallo.it

Il Luogo dell’Anima-Hanni Munzer-Recensione 2022

Introduzione

Breslavia, 1926. Quando Laurenz Sadler chiede la mano della giovane Annemarie, immagina un futuro radioso, un appartamento in centro e il successo come compositore. Ma è un sogno destinato a non realizzarsi mai. La morte del fratello maggiore, infatti, lo costringe a prendere le redini del podere di famiglia. Un cambiamento per lui molto sofferto, ma che Annemarie accoglie con sollievo.

 Le luci della città non sono il posto adatto per nascondere il segreto che custodisce. Invece, nella quiete della campagna, può concentrarsi solo sul suo amore per Laurenz e, col passare degli anni, sulle figlie: Kathi e Franzi. Almeno finché la vivace e brillante Kathi, ormai quindicenne, non vince un concorso nazionale di matematica, attirando su di sé le attenzioni del governo di Berlino.

Col Paese squassato dalla guerra e dalle persecuzioni razziali, Annemarie non può rischiare che la verità sul suo passato venga a galla. Deve proteggere la sua famiglia, anche a costo di lasciare per sempre la casa in cui ha trascorso gli anni più felici della sua vita. Non sa ancora, Annemarie, che la sua scelta segnerà il destino dei Sadler per generazioni.La saga di una famiglia che attraversa il Novecento.

Personaggi Principali

  • Annemarie   Moglie di Laurenz
  • Laurenz   Fattore e marito di Annemarie
  • Khati        Figlia
  • Franzi      Figlia
  • Charlotte   Madre Laurenz
  • Dorota    Domestica polacca

Trama

In un luogo remoto della Russia nel 1928, in una casa solitaria in mezzo ai boschi, un Ufficiale dei Servizi Segreti, Dimitrij Vasil’evič Domratčev ha in custodia una donna di cui non conosce il nome, una prigioniera misteriosa.

A trovare la donna, vengono a turno cinque uomini, che si intrattengono con lei. Negli anni nascono cinque bambini, che ogni volta vengono portati via.

Il libro continua a Breslavia, nel 1926 dove Laurenz Sadler figlio di contadini di Petersdorf, ha una grande passione per la musica e vuole diventare Direttore d’Orchestra. Per caso incontra Annemarie e se ne innamora.

Purtroppo muore il fratello Kurt che si occupa della loro fattoria, e Laurenz deve abbandonare i suoi sogni e torna nella sua terra con Annemarie che aspetta una  bimba.Per giunta nel Paese si aggira lo spettro russo del comunismo.

Nasce Khati, soprannominata dal padre “piccolo colibrì”. Quando ha quattro anni, il signor Levy, un anziano venditore porta a porta, le regala l’abaco, e la ragazzina scopre così il fantastico mondo della matematica.

Inizia così una saga che attraversa tutto il ‘900, passando dalla prima  Prima Guerra Mondiale, al Nazifascismo, dalle persecuzioni razziali, alla Seconda Guerra Mondiale,al comunismo, con Annemarie che non può permettere che il suo passato venga conosciuto.

 

Il Luogo dell’Anima-Hanni Munzer-Recensione 2022

Conclusione

Un bel libro che ho letto con piacere. Anche se non è pesante, non è facilissimo da leggere. Ci sono tanti personaggi che sono veri e altri che sono immaginari, uno di questi, è il nonno dell’Autrice. Questo romanzo è basato su fatti storici e ispirato alla storia della sua famiglia.

Torna in alto