Home » Blog » Libri » “Omicidi in Inverno”-Margaret Doody-Recensione 2022
Margaret Doody- Omicidi in Inverno

“Omicidi in Inverno”-Margaret Doody-Recensione 2022

Margaret Doody- Omicidi in Inverno
4.5/5

TITOLO: Omicidi in Inverno

AUTORE: Margaret Doody

GENERE: Giallo\Storico

TRADUZIONE: Rosalia Coci

EDITORE: Mondadori

DATA DI PUBBLICAZIONE: 1 Febbraio 2022

PAGINE: 320

RECENSIONE: Ferdinando Gallo

 

Ferdinando Gallo.it

“Omicidi in Inverno”-Margaret Doody

Introduzione 

Margaret Doody scrittrice Canadese è stata docente di Letteratura. E’ famosa per i libri in cui il protagonista è Aristotele il filosofo Greco,nei panni di Detective.

In una taverna malfamata di Londra, è la notta di Capodanno del 1753, alcune persone discutono del passaggio dal calendario Giuliano al calendario Gregoriano.

Quest’ultimo anticipa di 11 giorni la fine dell’anno rispetto all’altro.Un cambiamento epocale, e il gruppetto dà la colpa al governo.

Tra gli avventori c’è anche Harley detto l’imbrattacarte, scrittore , famoso per le biografie dei condannati a morte e anche per degli articoli giornalistici, però fatica sempre a sbarcare il lunario.

 
Esce dalla taverna in compagnia dell’amico Tommy Grizzewood e mentre camminano scoprono nella neve il cadavere di una giovane donna vestita in modo elegante.
 
La morta ha una particolarità, le sono stati rubati i gioielli solo da un lato del corpo.

Personaggi Principali

  • Harley                  Scrittore
  • Grizzwood           Amico di Harley
  • Barbara Boscange      Vittima
  • Lord Cuckfield   Marito della vittima
  • Selbourne  Amante della vittima
  • Joan Higgins         Vecchia cieca
  • Bess                       Nipote di Joan
  • Hollingford             Gentiluomo

Trama

Harley l’imbrattacare insieme all’amico Tommy Grizewood si trovano in una bettola di Londra nella notte di Capodanno del 1753.

All’uscita della taverna , scoprono un cadavere. E’ di una giovane donna, sicuramente nobile, ma che ha la gola orribilmente tagliata.

Particolare strano, le sono stati rubati i gioielli solo da un lato del corpo. Viene avvisata l’Autorità e il corpo viene portato all’interno della taverna.

Harley scopre che la donna morta è Barbara Boscange moglie di Lord Cuckfield, ma non riesce a capire come una donna nobile si sia recata nei bassifondi di Londra.

Infatti dopo questa scoperta si reca a casa del Lord a portare la triste notizia.

L’Indagine

Nella speranza di scoprire l’assassino, cioè di chi ha ucciso Barbara, inizia ad indagare.

Scopre attraverso una delle domestiche, la persona che conosceva bene la donna. Si tratta della vecchia cieca Joan Higgins.

Va a trovarla e viene a conoscenza che è stata a servizio dei signori Cuckfield per 16 anni ma che poi infatti è stata licenziata a causa della perdita della vista.

Le rivela che la signora Barbara, conduceva una vita “Libertina” e che quindi aveva avuto degli amanti.

Successivamente,all’Epifania , complice il suo amico Tommy, va in casa di Lady Teale ,lontana cugina della morta che da’ una festa. Ma anche in questa occasione, morirà un’altra persona.

A quel punto Harley giura di scoprire chi è l’autore dei due delitti e inizia ad investigare.

Infatti comincia ad andare in giro a fare domande, riesce a trovare degli indizi, così che, alla fine scoprirà il colpevole,anche se  rischia di essere ucciso.

Infine troverà anche l’amore.

 

“Omicidi in Inverno”-Margaret Doody

Conclusione

Per riassumere, fino alla fine non si riesce a capire chi è il colpevole e perchè lo ha fatto. Bel libro, appassionante, viene voglia di leggerlo tutto di un fiato.

Tanti personaggi, tanti aspetti misteriosi, tante situazioni. Personaggi che non ti aspetti sono nell’ombra e spuntano alla fine.

Il passaggio dal calendario Giuliano al calendario Gregoriano sarà un elemento determinante per la scoperta della verità.

Torna in alto