Home » Blog » Libri » “Paesaggio con Ombre”-Nora Venturini-Recensione 2022
Paesaggio con Ombre-Nora Venturini

“Paesaggio con Ombre”-Nora Venturini-Recensione 2022

Paesaggio con Ombre-Nora Venturini
4.5/5

TITOLO: Paesaggio con Ombre

AUTORE: Nora Venturini

GENERE: Giallo

TRADUZIONE:

EDITORE: Mondadori

DATA DI PUBBLICAZIONE: 15 febbraio 2022

PAGINE : 336

RECENSIONE: Ferdinando Gallo

 

Ferdinando Gallo.it

Paesaggio con Ombre-Nora Venturini

Introduzione

Nora Venturini, regista teatrale e sceneggiatrice, ha esordito come scrittrice nel 2017 con il Libro “L’ora di punta” la prima indagine della tassista detective  Debora Camilli.

nel 2018 ha scritto  “Lupo Mangia Cane “

nel 2019  ha scritto  “Buio in sala”

In questo romanzo ritorna la tassista investigatrice Debora Camilli, che durante il turno di servizio viene chiamata dalla centrale dei Taxi a recarsi su Lungotevere Flaminio, ma appena arriva nei pressi, vede il lampeggiare delle auto della polizia. Subito il suo animo investigatrice si risveglia.

Un cadavere viene ripescato senza documenti e si scoprirà poi che si chiama Guido Dantice, restauratore. La Camilli incontra il commissario Raggio  che è responsabile delle indagini, di cui ha una fortissima attrazione.

Il Commissarrio scopre invece che il pm che sovraintende alle indagini è una sua vecchia fiamma: Caterina Carrano,

Personaggi Principali

  • Debora Camilli  – Tassista e aspirante Detective
  • Edoardo Raggio – Commissario squadra Omicidi
  • Caterina Carrano – Pubblico Ministero
  • Zaccari – Viceispettrice
  • Guido Dantice – Restauratore
  • Aliberti – Medico Legale
  • Palladini – Professore
  • Saverio Rossetti – Titolare Galleria Dafne
  • Enea Bruganti – Collezionista

Trama

Gabriella Dessé dentista, fa la sua corsetta serale sul Lungotevere insieme al suo cane Giorgio, che ad un tratto si ferma e inizia ad abbaiare.

Gabriella cerca di portarlo via, ma si accorge che c’è un qualcosa che assomiglia ad un sacco impigliato, infine si avvicina e scopre che è un corpo.

Mentre deve andare a prendere un cliente con il taxi da quelle parti, Debora Camilli si accoge dei lampeggianti della polizia. Si ferma e quindi vede che è stato ritrovato un cadavere nel Tevere.

Il giorno dopo, presa dall’ansia investigativa, si reca in commissariato a cercare il Commissario Edoardo Raggio, con cui ha avuto anche una storia, che è stato trasferito da poco alla squadra omicidi, grazie ad un caso che ha risolto insieme alla Camilli.

Chiede perciò, notizie del morto trovato nel Tevere. Alla tassista e’ ripresa la smania di investigare.

Il ragazzo morto si chiama  Guido Dantice, di professione restauratore che abita con la madre Lidia che è Infermiera ed è fidanzato con Gemma.

Cerca di scoprire tutto ciò che è possibile sul ragazzo.

Riesce anche con un’espediente a farsi portare da un’ex compagno di scuola alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna dove il  morto aveva effettuato uno stage. Scopre che Guido Dantice  stava lavorando al restauro di un quadro del pittore Coubert, per il collezionista Enea Bruganti.

 

 Inizia da questo, il percorso della Tassista detective  che insieme al commissario, scopre che il ragazzo non è  affogato, ma era già morto quando è finito nel fiume. E’ stato ucciso.

Insieme , tassello dopo tassello , alla fine ,scoprono la tragica verità sull’assassinio del giovane restauratore.

 

Paesaggio con Ombre-Nora Venturini

Bel libro ,scritto bene dall’Autrice , l’ho finito di leggere in due giorni, perchè è scorrevole  e piacevole.

Ho comunque intuito il movente  dell’assassinio del ragazzo prima di avere letto metà del libro.

Non ho ancora letto gli altri romanzi della Tassista Detective Debora Camilli, cercherò di farlo e di recensirli.

Torna in alto