Torino-chiesa rinascimentale-cappelle-sindone

Duomo di Torino da scoprire, una chiesa Rinascimentale, dove viene conservata la Sacra Sindone-

Duomo di Torino – chiesa rinascimentale- Sindone  Unica chiesa in stile rinascimentale di Torino,è dedicato a San Giovanni Battista. Si trova nella piazza, intitolata al santo, in pieno centro storico e a pochi passi da piazza Castello, dal Teatro Romano dell’antica Augusta Taurinorum e dai Musei Reali.  L’edificio, voluto dai Savoia fu costruito tra il 1491 e il 1498 ad opera di Amedeo de Francisco di Settignano detto anche Meo del Caprino. Nel corso del Seicento il Duomo è stato ampliato per permettere di conservare al meglio la Sacra Sindone, che era stata portata a Torino dalla famiglia Savoia.  Della costruzione della Cupola,sempre nel corso del Seicento se ne occupò l’Architetto Guarini. I lavori durarono dal 1666 al 1694. Duomo di Torino – chiesa rinascimentale- Sindone Cupola La cupola,fu commissionata da Emanuele Filiberto di Savoia per conservare il Lenzuolo Sacro per i Cattolici. Al centro della Cappella sorge l’altare barocco opera di Antonio Bertola. Al suo interno, in una teca, la Sindone. All’esterno del Duomo, il campanile, voluto dal vescovo Giovanni di Compeys.Munito di cella campanaria,subì alcune modifiche, soprattutto in altezza, durante il regno di Vittorio Amedeo II. La Sindone A seguito di un incendio, avvenuto nel 1997, che  distrusse molta parte dell’opera del Guarini, furono restaurati gli interni e la facciata esterna del duomo. La Sindone fu salvata dai Vigili del Fuoco e a seguito di questo incidente, fu sistemata in una nuova teca, a tenuta stagna, in assenza d’aria,  con gas inerte, protetta da luce agenti atmosferici e con vetro antiproiettile. Sulla parte opposta all’altare maggiore, c’è una copia dell’Ultima Cena di Leonardo Da Vinci, realizzata in olio su legno dal pittore Luigi Cagna. La Cattedrale Nella Cattedrale c’è anche il Museo Diocesano che si trova nella Chiesa Inferiore.Al suo interno resti di tre chiese paleocristiane. La costruzione  della cattedrale risale alla fine del IV secolo. Il progetto originario prevedeva un impianto di tre basiliche cristiane, dedicate a San Salvatore, Santa Maria e San Giovanni Battista Quest’ultima era la principale. Nel 1490, per ordine del cardinale Domenico Della Rovere, iniziò la demolizione delle tre antiche basiliche e alla costruzione di una nuova Chiesa su progetto dello scultore e architetto Amedeo da Settignano, detto Meo del Caprino. La Cattedrale venne consacrata il 21 settembre 1505. Torino, che era diventata capitale del Ducato Sabaudo nel 1563, accolse la Sindone nel 1578.Nel corso del Seicento si ampliò il duomo per creare un ambiente per poterla ospitare. Fu allora chiamato Guarino Guarini, già impegnato nella Real Chiesa di San Lorenzo, poco lontana dal Duomo, che nel l668 iniziò la realizzazione della Cappella della Sindone. La cupola, fu finita nel 1694. Duomo di Torino – chiesa rinascimentale- Sindone Facciata La facciata ha forme geometriche semplici. Al centro in alto si trova, lo stemma di Domenico Della Rovere, composto da un albero di quercia, un cappello cardinalizio e una una croce. Il nome del vescovo che era cardinale del titolo di San Clemente a Roma, è sopra i portali. Torre Campanaria La torre campanaria, dedicata a Sant’Andrea, fu edificata nel 1470 per volontà del vescovo Giovanni di Compeys, appartenente a una prestigiosa famiglia di origine savoiarda. A partire dal 1491, la torre  funge da campanile della cattedrale ed è ad essa collegata tramite una galleria, ora accessibile dal Museo Diocesano. Con l’inizio del settecento l’architetto Filippo Juvarra lavorò al progetto del coronamento.Secondo il suo disegno la torre avrebbe dovuto essere completata da una cupola, che non fu però mai realizzata. Se l’articolo vi è piaciuto condividetelo.

Duomo di Torino da scoprire, una chiesa Rinascimentale, dove viene conservata la Sacra Sindone- Leggi tutto »